Ubuntu

Installa e usa FFmpeg su Ubuntu 20.04

Installa e usa FFmpeg su Ubuntu 20.04
FFmpeg è un potente strumento utilizzato per la transcodifica di file multimediali. È uno strumento CLI open source disponibile per tutte le principali piattaforme. Questo programma supporta un'ampia gamma di librerie audio e video, tra cui libavformat, libavutil, libavcodec, eccetera. FFmpeg può convertire audio e video in diversi formati, ridimensionare e configurare frequenze di campionamento e molto altro.

Questa guida ti mostrerà come installare e utilizzare FFmpeg in Ubuntu 20.04.

Installazione di FFmpeg in Ubuntu

Esistono due modi ufficiali per installare FFmpeg su Ubuntu: dal repository Ubuntu (v7.x) e dallo snap (v4.X). A seconda delle tue esigenze, dovresti scegliere il metodo più appropriato per te.

È anche possibile compilare e installare FFmpeg dal sorgente. Tuttavia, questo metodo è un po' complesso e si consiglia di non seguirlo a meno che tu non abbia un motivo specifico per farlo.

Installazione di FFmpeg da Ubuntu Repo

Questo è il metodo predefinito per l'installazione di FFmpeg. Tutto quello che devi fare è dire ad APT di prendere e installare il programma dal repository del software Ubuntu predefinito.

Avvia un terminale, aggiorna la cache APT e installa FFmpeg.

$ sudo apt update

$ sudo apt install ffmpeg

Verifichiamo se l'installazione è andata a buon fine. Innanzitutto, testa la versione di FFmpeg tramite il seguente comando:

$ ffmpeg -v

Non dimenticare di controllare gli encoder e i decoder disponibili. Fatelo inserendo il seguente comando:

$ ffmpeg -encoder

$ ffmpeg -decoder

Installazione di FFmpeg da snap

FFmpeg è disponibile anche come pacchetto snap. Se non hai lo snap configurato, puoi installarlo subito emettendo il seguente comando:

$ sudo apt update && sudo apt install snapd -y

$ sudo snap install core core20 && sudo systemctl restart snapd

Ora, il tuo sistema dovrebbe essere pronto per prendere e installare pacchetti snap dal negozio Snapcraft. Dai un'occhiata a FFmpeg su Snapcraft.

$ sudo snap install ffmpeg

Prova l'installazione di FFmpeg inserendo il seguente comando:

$ ffmpeg -version

$ ffmpeg -encoder
$ ffmpeg -decoder

Installazione di FFmpeg dal codice sorgente

FFmpeg è uno strumento open source. È quindi possibile creare manualmente questo programma dal codice sorgente. Questo metodo è consigliato solo se sei disposto a creare una build personalizzata, vuoi provare l'ultima versione o desideri testare un bug. Per un uso generale, segui invece gli altri metodi per installare questo programma. Dai un'occhiata alla guida ufficiale alla compilazione di FFmpeg per Ubuntu.

La compilazione di FFmpeg dal sorgente richiede diverse dipendenze. Immettere i seguenti comandi per scaricare le dipendenze:

$ sudo apt update

$ sudo apt install \
$ autoconf \
$ creazione automatica \
$ build-essenziale \
$ cmake \
$ git-core \
$ libass-dev \
$ libfreetype6-dev \
$ libgnutls28-dev \
$ libsdl2-dev \
$ libtool \
$ libva-dev \
$ libvdpau-dev \
$ libvorbis-dev \
$ libxcb1-dev \
$ libxcb-shm0-dev \
$ libxcb-xfixes0-dev \
$ pkg-config \
$ texinfo \
$ wget \
$ yasm \
$ zlib1g-dev

Ora, prepara una directory dedicata per memorizzare il codice sorgente e i file binari compilati.

$ mkdir -pv ~/ffmpeg_source ~/bin

È giunto il momento di preparare alcune librerie di terze parti. Questi sono i più comuni utilizzati con FFmpeg. Se non hai bisogno di una o più di queste librerie, salta la parte pertinente e ignora quella associata ./configurare opzione.

$ sudo apt install nasm

$ sudo apt install -y libx264-dev

$ sudo apt install -y libx265-dev libnuma-dev

$ sudo apt install -y libvpx-dev

$ sudo apt install -y libfdk-aac-dev

$ sudo apt install libmp3lame-dev $ sudo apt install libopus-dev $ sudo apt install -y libaom-dev

Ora sei pronto per iniziare a creare FFmpeg dal sorgente. Prendi il codice sorgente emettendo quanto segue:

$ cd ~/ffmpeg_source
$ wget -O ffmpeg-snapshot.catrame.bz2 https://ffmpeg.org/releases/ffmpeg-snapshot.catrame.bz2

$ tar -xvf ffmpeg-snapshot.catrame.bz2

$ cd ffmpeg

Aggiorna la variabile di ambiente PATH ed esegui lo script di configurazione.

$ PATH="$HOME/bin:$PATH" PKG_CONFIG_PATH="$HOME/ffmpeg_build/lib/pkgconfig" ./configura \
$ --prefix="$HOME/ffmpeg_build" \
$ --pkg-config-flags="--static" \
$ --extra-cflags="-I$HOME/ffmpeg_build/include" \
$ --extra-ldflags="-L$HOME/ffmpeg_build/lib" \
$ --extra-libs="-lpthread -lm" \
$ --bindir="$HOME/bin" \
$ --enable-gpl \
$ --enable-gnutls \
$ --enable-libaom \
$ --enable-libass \
$ --enable-libfdk-aac \
$ --enable-libfreetype \
$ --enable-libmp3lame \
$ --enable-libopus \
$ --enable-libvorbis \
$ --enable-libvpx \
$ --enable-libx264 \
$ --enable-libx265 \
$ --enable-nonfree

Durante questo processo, potresti riscontrare l'errore "gnutls not found using pkg-config.” Per risolvere questo problema, nel sistema deve essere presente un determinato pacchetto. Puoi installare il pacchetto pertinente e correggere questo errore emettendo il seguente comando:

$ sudo apt install -y libunistring-dev

Ora, esegui di nuovo lo script di configurazione.

Corri il rendere comando per iniziare a compilare FFmpeg. Usa il flag "-j" per eseguire la compilazione parallela per accelerare il processo.

$ PATH="$HOME/bin:$PATH" make -j4

Ora puoi installare la versione di FFmpeg che hai appena creato dal sorgente tramite il seguente comando:

$ sudo make install

$ hash -r

Ricarica la shell bash per riconoscere la nuova posizione binaria di FFmpeg.

$ fonte ~/.profilo

Prova l'installazione di FFmpeg tramite i seguenti comandi:

$ ffmpeg -version

$ ffmpeg -encoder
$ ffmpeg -decoder

Utilizzo di FFmpeg

Dopo aver seguito i passaggi precedenti, ora hai installato con successo FFmpeg. È tempo di imparare ad usarlo. Questa sezione ti mostrerà alcuni degli usi più comuni di questo strumento.

Innanzitutto, converti un file video dal formato MP4 al formato WebM. La bellezza di FFmpeg è che non devi specificare i formati di input e output. FFmpeg rileverà automaticamente il formato di origine e di destinazione e agirà di conseguenza. Qui, il flag "-hide_banner" viene utilizzato per disabilitare le informazioni di configurazione che FFmpeg riporta ad ogni esecuzione.

$ ffmpeg -hide_banner -i

Diamo ora un'occhiata alla conversione dei file audio. Converti un MP3 in OGG.

$ ffmpeg -hide_banner -i demo.demo mp3.ogg

Quando si convertono i file, è anche possibile specificare il codec. Utilizzare il flag "-c", seguito dal nome di qualsiasi codificatore/decodificatore supportato o una copia di valore speciale. Ad esempio, puoi convertire un MP4 in formato WebM utilizzando il codec video libvpx e il codec audio libvorbis.

$ ffmpeg -hide_banner -i demo.mp4 -c:v libvpx -c:a libvorbis demo.webm

Allo stesso modo, è anche possibile convertire il formato audio utilizzando un codec specificato. Ad esempio, puoi convertire un file MP3 in OGG usando il libopus codec.

$ ffmpeg -hide_banner -i demo.mp3 -c:a libopus demo.ogg

Pensieri finali

FFmpeg è un potente strumento per lavorare con i file multimediali. Ci sono molti tutorial su varie funzionalità di FFmpeg e sui suoi usi. Sentiti libero di esplorare di più su questo fantastico strumento. Prendi un paio di file multimediali demo e fai pratica con loro per padroneggiare FFmpeg. Dai un'occhiata a questo interessante tutorial su come trasformare più immagini in un file video.
Godere!

Raspberry Pi Not Connecting to Wi-Fi
If you're using Raspberry Pi for your projects, you may face many wireless or Wi-Fi network connectivity issues once in a while. These issues may be d...
Installa Kali Linux su Raspberry Pi 4
Kali Linux è un sistema operativo basato su Debian creato appositamente per i test di penetrazione. Kali Linux ha tutti gli strumenti necessari per i ...
Installa Debian su Raspberry Pi 4
Debian è una delle distribuzioni Linux più popolari in circolazione. Debian è gratuita e open-source. Debian è anche un sistema operativo molto stabil...